NewsletterLinkContatti
Italian - Italy
Home Archivi/sti in rete Le istituzioni in rete
Società di studi fiumani

Via Antonio Cippico, 10 – 00143 Roma
Telefono 06.5923485 Fax 06.5915755
[@] Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
[w] www.fiume-rijeka.it
[fb] http://www.facebook.com/pages/Roma-Italy/Societa-Studi-Fiumani/250571714365
Orario: tutti i giorni, escluso il sabato e festivi, dalle 15 alle 18.30.
Previo appuntamento anche di sabato e festivi.


La Società di studi fiumani nacque a Fiume (oggi Rijeka in Croazia) nel 1923, dalla disciolta Deputazione fiumana di storia patria istituita nel 1909 soprattutto per l'incitamento del giovane intellettuale fiumano Egisto Rossi (1881-1908), il quale sperava che si realizzasse una storia di Fiume e che si creasse al contempo un archivio storico della città. Al principio del II conflitto mondiale la Società era stata costretta a sciogliersi e fu assorbita dalla Deputazione di storia patria delle Venezie.
Il 27 novembre 1960, dietro espressa iniziativa di Attilio Depoli e di altri intellettuali fiumani (Enrico Burich - in quegli anni direttore dell'Istituto italo-germanico di Roma - Giorgio Radetti, Gian Proda, Casimiro Prischich e Vincenzo Brazzoduro) la Società fu ricostituita a Roma: il primo presidente eletto fu Attilio Depoli. Il contesto storico che fa da sfondo alla sua ricostituzione è la tragedia, alla fine del secondo conflitto mondiale, dell'esodo dei fiumani, giuliani e dalmati dalle terre d'origine. L'istituzione dell'Archivio Museo era il frutto del desiderio di raccogliere e salvare dall'incuria e dalla dispersione una grande quantità di materiale librario, documentale, artistico e fotografico, insieme a cimeli d'ogni genere.
La Società di studi fiumani è impegnata a promuovere seminari, convegni e mostre. Indice borse di studio sulla storia delle terre adriatiche orientali: Istria, Fiume, Dalmazia. Favorisce con assistenza gratuita l'elaborazione di tesi di laurea. Cura e promuove con l'Associazione per la cultura fiumana, istriana e dalmata nel Lazio il dialogo con la città d'origine e con le organizzazioni della comunità italiana ivi residenti. In tale ambito favorisce e sostiene la conoscenza dell'identità fiumana di carattere italiano assegnando dei premi annuali alle scuole italiane di Fiume e partecipa a qualsivoglia iniziativa volta a tal fine. Ivi collabora alla tutela del patrimonio culturale con il concorso delle autorità cittadine, delle istituzioni culturali esistenti e con gli organismi della attuale minoranza italiana e della maggioranza croata. Inoltre promuove e realizza la pubblicazione di volumi e opere multimediali per le proprie collane editoriali e cura inoltre, sin dal 1923, la pubblicazione della rivista «Fiume», erede del «Bullettino della deputazione fiumana di storia patria», il cui primo numero risale al 1910. La rivista «Fiume» ha ripreso le pubblicazioni dal 1952 dopo il drammatico esodo della popolazione originaria, e recava il sottotitolo "Rivista di studi fiumani" fino al 2000, anno in cui esso è diventato "Rivista di studi adriatici" con periodicità semestrale.


Patrimonio archivistico

Fondi di persone:
• Riccardo Zanella
• Antonio Grossich (si segnalano le lettere autografe di G. D’Annunzio, 1919-1921)
• Riccardo Gigante
• Gabriele D’Annunzio
• Icilio Bacci
• Andrea Ossoinack
• Maria Vitali
• Giovanni Giurati
• Oscar Sinigaglia
• Armando Odenigo
• Michele Maylender ed altri.

Fondi audio-visivi: Numerose stampe dell’800, dipinti originali di pittori fiumani rappresentanti significativi aspetti di Fiume, ritratti, e quasi un migliaio di fotografie, cimeli storici di ogni genere.

Consulta i fondi della Società di studi fiumani in Archivi del Novecento
 
Fr den schnsten deutschen Porno Besuch porno filme diese Adresse.

Porno Caldo