NewsletterLinkContatti
Italian - Italy
Home Archivi/sti in rete Le istituzioni in rete
MACRO-Museo d’arte contemporanea di Roma

Sovrintendenza Capitolina
U.O. Musei d’arte moderna e contemporanea
MACRO-Museo d’arte contemporanea di Roma

Via Reggio Emilia, 54 - 00198 Roma
Dirigente U.O. Musei d’arte moderna e contemporanea: Federica Pirani
Tel. +39 06 671070400
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

apertura al pubblico MACRO: martedì-domenica 10.30-19.30; 24 e 31 dicembre ore 10.30-14.00; chiuso lunedì, 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre (la biglietteria chiude un’ora prima)
sito web: www.museomacro.org

CRDAV (Centro Ricerca e Documentazione Arti Visive) di MACRO Coordinamento, valorizzazione e comunicazione delle attività della struttura-MACRO:
Pasquale Enrico Stassi

Biblioteca-Fototeca e Archivio CRDAV: Alessandra Cappella
Tel. +39 06 671070438
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

apertura al pubblico CRDAV: su appuntamento

Ufficio valorizzazione CRDAV: Antonella Maria Carfora
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

A pochi passi da Porta Pia e da Piazza Fiume, il MACRO sorge sull’ex stabilimento della Birra Peroni. Il suo aspetto architettonico attuale si deve al progetto firmato dall’architetto francese Odile Decq. Museo del sistema Musei in Comune della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, è un punto di riferimento dell’arte contemporanea pubblica a Roma al quale gli operatori del settore, ma anche il grande pubblico, si rivolgono per le loro proposte di mostre ed eventi o per la semplice raccolta di informazioni aggiornate.

Il MACRO è un centro per l’arte contemporanea che intende diventare sempre più polivalente, conservando la propria identità cittadina e rafforzando il coinvolgimento e il rapporto con la comunità, in tutti i suoi settori artistici, culturali e intellettuali. Con l’obiettivo di tessere un nuovo e più proficuo rapporto con Roma, con la sua comunità artistica e con i suoi cittadini, all'interno della programmazione del MACRO sono coinvolti artisti romani di diverse generazioni che si sono distinti per la qualità del loro lavoro, meritando così l’attenzione istituzionale. Dai maestri del secondo Novecento agli artisti emersi negli anni Novanta, fino alle ultime generazioni della Street Art.

La localizzazione delle sedi del MACRO, in Via Nizza e a Testaccio, costituiscono un punto di partenza straordinario per lavorare alla creazione di un ponte tra Centro e Periferia nella città attraverso l’arte contemporanea. Nei suo spazi espositivi di MACRO Via Nizza, così come quelli di MACRO Testaccio sono realizzate alcune mostre di artisti stranieri che hanno maturato una relazione speciale con Roma. Artisti che frequentano le numerose accademie straniere presenti in città, artisti che vivono o hanno vissuto a Roma per un certo periodo e possono arricchire il panorama culturale cittadino con le loro proposte. Attraverso la partecipazione alle iniziative del MACRO, il pubblico dei cittadini residenti e dei visitatori stranieri può sperimentare una finestra aperta sul mondo, sulle sue tendenze culturali e sui suoi principali protagonisti. Ma può anche ammirare opere di artisti internazionali che hanno guardato a Roma come punto nevralgico della cultura del Novecento e del nostro secolo.

La Collezione del MACRO è concepita come un organismo in continua crescita e trasformazione. Viene esposta ciclicamente attraverso percorsi tematici selettivi che valorizzano, di volta in volta, ricchezza e molteplicità di prospettive dell’arte contemporanea, in spazi appositamente dedicati ad essa, nell’ala più antica dell’edificio. Questo patrimonio comprende oltre 1.200 opere realizzate tra il 1960 e oggi. Secondo una prospettiva di continuità del contemporaneo accosta lavori storici ad altri più recenti sino alle forme espressive più nuove, lasciando ampio spazio alla videoarte e alle installazioni. Alcune opere sono presenti grazie alle mostre realizzate, altre provengono dalla collezione della Galleria Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea. Da artisti “radici” dell’arte contemporanea del calibro di Accardi, Colla, Dorazio, Rotella, Pascali, Castellani si giunge alle proposte più recenti passando per Ontani, Dessì, Bianchi, Ceccobelli, Tirelli, Nauman, Quinn e a molti altri ancora.

Nell’ambito dello studio e della documentazione il MACRO conta tra i suoi settori il Centro Ricerca e Documentazione Arti Visive (CRDAV), istituito dal Comune di Roma nel 1979 per la documentazione dell’arte contemporanea, grazie ad una cospicua donazione del critico Francesco Vincitorio. Il Centro possiede un notevole patrimonio di cataloghi, monografie, foto, materiale minore incrementato, nel corso degli anni, da successive donazioni, acquisti, lasciti, scambi. Uno dei suoi scopi prioritari consiste nella documentazione dell’attività espositiva romana attraverso il reperimento e la catalogazione di quanto prodotto in occasione delle mostre d’arte contemporanea allestite nella capitale in spazi pubblici e privati. Il Centro, in relazione alla tipologia dei documenti posseduti, è suddiviso in una Biblioteca, che aderisce al sistema SBN e in una Fototeca, settori aperti al pubblico su appuntamento. Nelle sue raccolte, fra il patrimonio di pregevole interesse, è particolarmente significativo l’Archivio delle carte di Enrico Prampolini donato dagli eredi dell’artista.

Patrimonio archivistico

Fondi di persone
• Enrico Prampolini (27 buste per un totale di 143 fascicoli, 1917 - 1985)

 
Fr den schnsten deutschen Porno Besuch porno filme diese Adresse.

Porno Caldo