NewsletterLinkContatti
Italian - Italy
Home Archivi/sti in rete Le istituzioni in rete
Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Modena

Viale Ciro Menotti 137 – 41100 Modena
Tel. 059.219442-242377 – fax 059.214899
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
sito web:www.istitutostorico.com
Presidente: Giuliano Albarani; direttore: Claudio Silingardi
Archivio: Marika Losi
Biblioteca: Metella Montanari
Orario di apertura dell’Istituto: dal lunedì al giovedì 9-13; martedì e giovedì 15-19.
Orari di apertura biblioteca e archivio: dal lunedì al giovedì 9-13; martedì e giovedì 15-19, preferibilmente previo appuntamento.


L'Istituto storico della Resistenza di Modena è stato fondato nel 1950, ad appena un anno dalla costituzione dell'Istituto nazionale per la storia del Movimento di Liberazione in Italia, per raccogliere, conservare e valorizzare il ricco patrimonio documentario della guerra di liberazione. Nel 1957 è costituito il primo nucleo documentario dell'archivio, che progressivamente acquisisce documenti relativi anche ai periodi precedenti e successivi la seconda guerra mondiale. Questa apertura corrisponde al parallelo processo di trasformazione dell'Istituto storico che, col passare degli anni, e in modo formale dal 1987, si trasforma in istituto di storia contemporanea che si occupa di tutto il Novecento.
L'Istituto vive grazie ai contributi dei Comuni e dell'Amministrazione provinciale di Modena, che riconoscono i servizi pubblici offerti dall'Istituto alla cittadinanza e la sua attività didattica e culturale, e ha tra i suoi soci collettivi le associazioni partigiane, la Camera del lavoro e la Lega provinciale delle cooperative di Modena.
Una parte importante della sua attività è costituita dall'aggiornamento degli insegnanti di storia e dalla preparazione di materiali didattici. L’attività dell’Istituto si svolge in diverse direzioni; la formazione degli insegnanti di storia e la realizzazione di attività didattiche; la promozione di ricerche storiche; la realizzazione di mostre, dibattiti, seminari, convegni; la pubblicazione di volumi di storia e della rivista di studi storici 'Novecento'; la direzione scientifica del Museo della Repubblica partigiana di Montefiorino la promozione di musei e luoghi di memoria della provincia di Modena. L'Istituto storico dispone di un rilevante patrimonio documentario, costituito da un archivio storico composto di oltre 120 fondi riguardanti la storia modenese del Novecento (dichiarato di “notevole interesse storico” dalla Soprintendenza archivistica dell’Emilia Romagna), da una biblioteca specializzata in storia contemporanea, da un archivio fotografico e audiovisivo. Tutti i servizi sono gratuiti e aperti al pubblico.

Patrimonio archivistico (fondi principali)

Fondi istituzionali
• Brigate partigiane
• Comitato di liberazione nazionale della montagna
• Eag (Ente Autonomo Adige-Garda)
• Camera confederale del lavoro di Modena
• Fabbrica Ettore e Luigi Rizzi
• Federazione modenese del Partito d’Azione
• Federazione modenese del Partito comunista italiano
• Federazione modenese dell’Associazione nazionale perseguitati politici antifascisti
• Sezione di Carpi del Partito socialista italiano
• Mup (Movimento di unità popolare), sezione di Modena

Fondi di persone
• Gregorio Agnini
• Alfredo Bertesi
• Olinto Cremaschi
• Enzo Gatti
• Bruno Messerotti
• Raniero Miglioli
• Adamo Pedrazzi
• Enzo Ponzi
• Ennio Resca
• Gabriella Rossi

L'Istituto storico partecipa, insieme al Centro Documentazione Donna e al Centro studi F.L. Ferrari, al progetto Archivi@. Rete degli archivi modenesi del ‘900, concepito per facilitare la ricerca storica attraverso la messa in rete degli inventari degli archivi storici conservati presso questi istituti, valorizzare le fonti di storia contemporanea presenti nell’area modenese e avviare un più vasto coordinamento dei patrimoni archivistici di diversi enti e istituti del territorio. Il progetto Archivi@ coinvolge anche l’Associazione Mario Del Monte e l’Istituto Gramsci di Modena ed è stato realizzato grazie alla collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.

 
Fr den schnsten deutschen Porno Besuch porno filme diese Adresse.

Porno Caldo