NewsletterLinkContatti
Italian - Italy
Home Archivi/sti in rete Le istituzioni in rete
Fondazione Istituto Gramsci Emilia-Romagna

Via Mentana 2, Bologna
Telefono 051.231377 - 223102
Fax 051.228235
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
sito web: www.iger.org
L'archivio è consultabile, previo appuntamento telefonico:
dal lunedì al venerdì, 9,30 - 18,30
 

L'Istituto Gramsci Emilia-Romagna è un'associazione culturale senza fini di lucro operante a Bologna dalla fine degli anni settanta. Divenuta un'associazione giuridicamente riconosciuta con decreto del Presidente della Giunta della Regione Emilia-Romagna, dal 1998 si configura come ONLUS (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale).
Nato con lo scopo di promuovere e approfondire gli studi e le conoscenze sulla società contemporanea nei suoi aspetti politici, istituzionali e culturali, l'Istituto ha rafforzato negli anni la sua vocazione di Istituto di conservazione e catalogazione di fonti per la ricerca storica contemporanea, di servizio pubblico di consultazione, di luogo di ricerca, incontro e dialogo tra diversi saperi e tradizioni, volti a favorire una lettura articolata delle grandi questioni del nostro tempo. Negli ultimi anni le iniziative si sono rivolte soprattutto al problema dell'identità storica del nostro Paese così come si è definita nel corso del XX secolo: dal processo di formazione del "modello Italia", ai suoi nessi con la realtà regionale, ai cambiamenti socio-antropologici della società con un'attenzione particolare ai fenomeni culturali che coinvolgono il mondo giovanile, e più in generale gli universi comunicativi, differenziando le diverse tipologie e i livelli di attività come segue:
1) conservazione, catalogazione e valorizzazione della documentazione dell'Archivio e della Biblioteca;
2) attività seminariali e di ricerca, aperte prevalentemente alla comunità scientifica, all'Università e ai giovani ricercatori;
3) convegni e conferenze aperte alla città e all'opinione pubblica;
4) aggiornamento degli insegnanti e formazione didattica riconosciuta dal Provveditore agli Studi di Bologna o dall'IRRSAE Emilia-Romagna;
5) attività editoriale.

La Biblioteca dell'IGER è una biblioteca di storia contemporanea, specializzata in storia dell'Italia e dell'Europa, storia del pensiero e dei movimenti sociali della sinistra italiana ed europea, pensiero filosofico e politico dell'Ottocento e Novecento e storia di Bologna e dell'Emilia-Romagna in età contemporanea. Cura inoltre l'acquisizione di testi sulla storia dell'editoria e della stampa italiane tra Ottocento e Novecento
La collezione libraria comprende più di 60.000 pubblicazioni.
L'emeroteca raccoglie 1650 periodici (riviste e quotidiani) italiani e stranieri di interesse storico e filosofico-politico, di cui circa 300 attivi ed in abbonamento.
L'Archivio dell’IGER conserva carte di organizzazioni e persone che testimoniano esperienze storico-politiche legate soprattutto al territorio provinciale e regionale, di interesse per la ricerca proprio per la particolare vicenda politica e sociale dell'Emilia-Romagna. L'Archivio ha ottenuto il riconoscimento della Sovrintendenza archivistica per l'Emilia-Romagna per alcuni fondi di notevole interesse storico.


Patrimonio archivistico

Fondi istituzionali:
• Società cooperativa degli operai e braccianti del mandamento di Budrio, 1884-1961 (Consultabile)
• Verbali del CLN Emilia-Romagna, maggio 1945-luglio 1946 (Consultabili).
Sono i verbali delle riunioni, dalla Liberazione allo scioglimento del Cln stesso, riguardanti il primo periodo della ricostruzione di Bologna e dell'Emilia-Romagna
• Triumvirato insurrezionale 1944-1945 (in corso di ordinamento).
Raccoglie le carte - relazioni, dispacci, documenti - dell'organismo del PCI con la funzione di organizzare l'attività clandestina e mantenere i rapporti con il CLN e la direzione del PCI.
• Federazione provinciale del PCI di Bologna 1945-1991.
Le carte 1945-1972 sono inventariate e consultabili.
• Comitato regionale del PCI dell'Emilia-Romagna 1945-1991.
• Raccolta Autobiografie dei militanti del PCI di Bologna e provincia 1945-1958.
• Scuola di partito A.Marabini 1957-1966 (Consultabile).
Documenta l'attività della scuola di formazione politica per militanti e dirigenti di partito.

Fondi di persone:
• Giuseppe Dozza, 1936-1974, sindaco di Bologna dalla Liberazione al 1966 (Consultabile)
Raccoglie lettere appunti relazioni discorsi e articoli oltre a numerosi materiali relativi all'attività del Consiglio e della Giunta comunale. Sono presenti inoltre atti parlamentari, opuscoli, materiale di propaganda politica una raccolta di foto e cimeli. Il repertorio è stato pubblicato nella collana ERBA dall'Istituto per i Beni artistici culturali e naturali.
• Valdo Magnani 1943-1982 (Consultabile).
I documenti testimoniano l'attività politica svolta da Magnani sia su scala nazionale che su scala regionale. In particolare sono conservati materiali relativi alla sua partecipazione alla guerra e alla resistenza in Jugoslavia, alla militanza nel PCI nell'USI e nel PSI. A questo fondo sono allegati i fascicoli di Giuliano Pischel e Mario Giovana.
• Lea Giaccaglia-Paolo Betti 1923-1935 (Consultabile).
E' il carteggio di circa 1.000 lettere tra i due coniugi confinati politici durante il fascismo. Al carteggio è allegata una raccolta di 180 libri che i due coniugi si scambiavano.

Segnaliamo inoltre le carte di Lina Anghel, Orlando Argentesi, Baldino Baldini, Duilio Codrignani Vittorina Dal Monte, Umberto Macchia, Armando Pilati, Gaetano Verdelli, Vincenzo Galetti, Enrico Bonazzi.
 
Fr den schnsten deutschen Porno Besuch porno filme diese Adresse.

Porno Caldo