NewsletterLinkContatti
Italian - Italy
Home Archivi/sti in rete Le istituzioni in rete
Fondazione Giovanni Gentile

presso Biblioteca di Filosofia dell'Università di Roma La Sapienza
Villa Mirafiori, via Carlo Fea 2, 00161 Roma
Tel. 06.49917211
[w] www.filosofia.uniroma1.it/new/index.php?option=com_content&view=article&id=38:fondazione-gentile&catid=14:strutture-scientifiche&Itemid=7

Presidente: Gennaro Sasso
Orario al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19, previo appuntamento.


La Fondazione, denominata originariamente "Fondazione Giovanni Gentile per gli studi filosofici", venne costituita dagli eredi nel gennaio 1946 con sede nell'abitazione romana del filosofo in p.le Don Minzoni 9 (ex Martiri fascisti). Estinta nel maggio 1953, fu istituita ex novo l’anno seguente con l'attuale denominazione presso l’Istituto di Filosofia dell’Università di Roma, contestualmente alla donazione, da parte degli eredi, della biblioteca e dell'archivio gentiliani. E’ stata eretta in ente morale con DPR 16 ottobre 1954 n. 1288. La Fondazione è retta da un Presidente e da un Comitato scientifico; per statuto, essa custodisce e mantiene la biblioteca e l’archivio di Giovanni Gentile e promuove studi che abbiano per oggetto la sua opera filosofica e i problemi ad essa connessi. Con la casa editrice Sansoni, e successivamente con Le Lettere, cura l’edizione delle Opere complete e dell’Epistolario di Gentile. Presso la Fondazione è consultabile un fondo librario specialistico su Gentile.
Grazie al contributo concesso dal Dipartimento IV Cultura, Sport e Toponomastica del Comune di Roma nell'anno 2002, poi rinnovato nel 2003, è stato possibile avviare il lavoro di riordino e inventariazione dell'archivio gentiliano, nonché l'adesione alla rete Archivi del Novecento. La mole imponente della documentazione comporta diverse fasi di lavorazione, suddivise in anni successivi; periodicamente verranno resi fruibili i dati acquisiti.


Patrimonio archivistico

Fondi di persone:
• Giovanni Gentile (circa 680 buste, 1894 - 1944, con documentazione a stampa fino al 1968; carteggio personale e scientifico, manoscritti, ritagli di giornali “Gentiliana”, Eco della stampa, fotografie, nastri sonori. Inoltre documentazione versata di recente e ancora da esaminare.
L’archivio gentiliano contiene anche fondi o spezzoni di fondi aggregati, ovvero carte Donato Jaja, Alessandro D’Ancona, Angelo Camillo De Meis, Bertrando Spaventa, Sebastiano Maturi, Francesco Fiorentino, Arturo Moni).
• Francesco Montalto (donato dagli eredi alla Fondazione nel 1995).
 
Fr den schnsten deutschen Porno Besuch porno filme diese Adresse.

Porno Caldo