NewsletterLinkContatti
Italian - Italy
Home Archivi/sti in rete Le istituzioni in rete
Flai-Cgil nazionale. Archivio storico “Donatella Turtura”

via Leopoldo Serra, 31 – 00153 Roma
tel.: centralino Flai: 06585611; diretto: 0658561335
[@] Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
[w] www.flai.it

Archivio storico: Valentina Cecconi (responsabile), Antonella De Marco (collaboratrice)
modalità di accesso: su appuntamento, telefonando ai numeri sopra indicati.


L’archivio storico è intitolato a Donatella Turtura. E’ alla sua sensibilità che si deve l’esistenza stessa dell’archivio: nella sua lunga, bella esperienza politica e sindacale, Donatella Turtura ha sempre amato sottolineare quanto fosse legata ai temi dell’agricoltura, del Mezzogiorno e delle problematiche relative allo sviluppo agroindustriale. Temi che ha avuto modo di approfondire nel corso della sua permanenza nella Segreteria, e poi nell’incarico di Segretaria generale della Federbraccianti.
La Flai, Federazione dei lavoratori dell’agroindustria della Cgil - nata nel gennaio del 1988 dall’accorpamento della Federbraccianti e della Filziat - possiede uno degli archivi storici più rilevanti nel panorama dei sindacati italiani di categoria. Esso è costituito dai fondi archivistici che i due sindacati hanno portato in dote alla Federazione dell’agroindustria e che datano (si veda il piccolo fondo della Federterra) addirittura dagli inizi del secolo.
Le carte conservate dalla Flai riflettono la vita di organizzazioni di lavoratori operanti in settori (agricoltura e trasformazione prodotti alimentari) a forte presenza femminile. Non dispiace perciò rilevare che - insieme a numerose altre - siano due donne come Argentina Altobelli e Donatella Turtura ad aver fortemente segnato di sé, pur in periodi tanto differenti, l’organizzazione dei lavoratori della terra, come il sindacato confederale nel suo complesso.
La consapevolezza che una organizzazione come la Cgil abbia il dovere di rendere accessibile e consultabile la documentazione autentica della sua ragion d’essere e di “offrire agli studiosi una lettura e una interpretazione dell’agire sindacale che vada ormai ben oltre le lotte del dopoguerra”, ben si sposa con la possibilità di inserire nei moderni circuiti formativi gli inventari sommari dei fondi archivistici della Flai Cgil. In questo modo essi, raffigurando lo spaccato di un tessuto connettivo, economico e democratico su cui è cresciuto l’intero paese, diventano uno strumento vivo di informazione, a beneficio non solo di studiosi e ricercatori ma anche dell’intera collettività. E la conservazione e la messa a disposizione della memoria storica da parte del soggetto privato “sindacato” assume tutta la sua valenza di servizio pubblico.
I fondi dell’archivio - pur se considerati “chiusi”, in quanto Federbraccianti e Filziat non esistono più - non sono certo completi; siamo sicuri che sia possibile arricchirli e colmarne le inevitabili lacune con testimonianze e documentazione di diversa natura rintracciabili ancora in qualche vecchia sede o tra i ricordi personali di tutta una vita. La Flai Cgil e l’Archivio storico “Donatella Turtura” rivolgono perciò un caldo appello a chiunque - organizzazioni o soggetti singoli - conservi qualsiasi testimonianza (foto, volantini, appunti, registrazioni sonore, ecc.) della vita di queste due organizzazioni.
L’Archivio storico è attualmente impegnato nell’inventariazione informatizzata dei propri fondi con il software GEA.

Patrimonio archivistico

Fondi istituzionali:
• Fondo Federterra, 1901-1921 (con docc. del 1853), di bb. 2
• Fondo Confederterra, 1946-1959, di bb. 4
• Fondo Federbraccianti, 1948-1987 (con documenti del 1928), di circa bb. 1600 (distinto in due periodi: 1948-1977 e 1978-1987)
• Fondo Filziat, 1947-1987, di circa bb. 700.

Inoltre l’archivio conserva in collezioni distinte per ciascuna categoria:
• contratti collettivi di lavoro, circa 1.000 pezzi. Le raccolte sono articolate secondo il livello nazionale, provinciale e di settore, per l’agricoltura; e secondo il livello di grandi gruppi, settori ed aziende, per l’industria alimentare;
• manifesti, circa 600 pezzi, comprendenti anche volantini ed altri documenti di analoga tipologia;
• fotografie, circa 5.000 pezzi;
• materiali audiovisivi: oltre 700 registrazioni sonore, principalmente di riunioni di organismi nazionali bracciantili, con un modesto numero di video-cassette e un film sulla vertenza Maccarese;
• altro materiale iconografico, come bandiere, coccarde, bollini, distintivi, cartoline ed opuscoli in numero cospicuo di produzione sindacale e non; tra questi ultimi si segnala l’interessante presenza di stampati riguardanti le tecniche della produzione agricola;
• periodici nazionali delle due organizzazioni, e non solo;
• circa 4.000 volumi, per due terzi ereditati dalla Federbraccianti, mentre l’impronta del sindacato alimentarista si palesa negli anni più recenti; anche questo materiale documenta il modo in cui nel tempo si sono formati i gruppi dirigenti e gli strumenti ai quali essi hanno attinto.
Si tratta chiaramente di un patrimonio archivistico non omogeneo, risultato e testimonianza del processo di accorpamento delle due organizzazioni che nel 1988 hanno dato vita al comparto agroalimentare della Cgil.
 
Fr den schnsten deutschen Porno Besuch porno filme diese Adresse.

Porno Caldo