NewsletterLinkContatti
Italian - Italy
Home Archivi/sti in rete Le istituzioni in rete
Centro documentazione donna di Modena


Via Canaletto, 88 – 41100 Modena
tel. 059 451036; fax 059 451612
[@] Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
[w] www.cddonna.it
Presidente: Caterina Liotti
Referente per l’archivio: Mariacristina Galantini
Orario di apertura: dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13. Il lunedì e il giovedì anche dalle 14.30 alle 18.30.


Il Centro documentazione donna è un’associazione culturale femminile, senza scopo di lucro, nata nel settembre del 1996 per gestire l’Istituto omonimo.
L’Associazione, che attualmente conta un centinaio di socie di diversa generazione, è un luogo dove si intrecciano – anche attraverso un patto tra istituzioni e società civile – attività culturali, di ricerca e di impegno sociale.
Il Centro lavora e si impegna per raccogliere e facilitare l’accesso alle informazioni relativamente ai seguenti temi: conciliazione dei tempi di vita, lavoro pagato e non pagato, diritti, servizi, salute, lavoro, carriera, formazione, famiglia, legislazione, cultura tempo libero, pari opportunità, ecc. La divulgazione delle notizie avviene, sul territorio, attraverso la rete provinciale degli sportelli (attualmente sette) InformaDonna (www.reteinformadonna.it) e, on line, attraverso il Portale Penelope (www.penelope-net.it). Inoltre è attivo nel campo della ricerca sociale e della politica di genere.
L’Istituto culturale di ricerca è dotato di una biblioteca specializzata in women studies e di un archivio storico delle associazioni, dei movimenti femminili, femministi e di singole donne. Attraverso l’acquisizione di materiale storico documentario e di saggistica di genere diffonde la storia delle donne dal dopoguerra ad oggi. Con il lavoro di ricerca storica ne porta alla luce protagoniste e valori, ne trasmette lo spirito e il percorso, specie in una prospettiva generazionale. I risultati di questi studi vengono pubblicati nella collana Storie differenti, entrata a far parte nel 2002 degli Studi Storici dell’editore Carocci.
L’Istituto, inoltre, programma laboratori e progetti didattici per la formazione dei docenti e di educazione alla differenza e alla relazione.

Patrimonio archivistico

Il patrimonio archivistico del Centro consta di circa 2500 buste di materiale documentario, 6000 fotografie, 800 manifesti, 150 videocassette e di una cospicua raccolta di fonti orali. La biblioteca possiede, invece, una collezione di circa 7000 volumi e 112 riviste di settore. Il patrimonio librario della biblioteca è consultabile on line: http://opac.sbn.it, http://aurigaweb.cedoc.mo.it, http://sebinaweb.cedoc.mo.it/sebina/opac/ase


Oltre al proprio Archivio, il Centro documentazione donna conserva:

Fondi di enti e associazioni:
• Centro donna, Modena
• Circolo casa delle donne, Modena
• Comitato di gestione dei consultori familiari, Modena
• Comitato delle 39
• Unione donne italiane, (Udi) Carpi
• Unione donne italiane. Circolo A. Davis di Modena
• Unione donne italiane. Circolo della Confederazione nazionale dell’artigianato di Modena
• Unione donne italiane. Circolo della manifattura tabacchi, Modena
• Unione donne italiane. Circolo di Castelfranco Emilia, Modena
• Unione donne italiane. Comitato comunale di Modena
• Unione donne italiane, (Udi) Modena.

Fondi di persone:
• Marta Andreoli
• Anna Benassi
• Gina Borellini
• Anna Rosa Bossoli
• Maria Cutrì
• Daniela Dell’Orco
• Gioia Di Cristofaro Longo
• Isa Ferraguti
• Franca Foresti
• Rosanna Galli
• Maria Teresa Granati Caruso
• Elsa Guerra
• Osanna Menabue
• Lidia Menapace
• Zaira Pioppi
• Luciana Sgarbi.

Il Centro documentazione donna partecipa, insieme al Centro culturale Francesco Luigi Ferrari e all’Istituto storico della Resistenza di Modena, al progetto Archivi@. Rete degli archivi modenesi del ‘900, concepito per facilitare la ricerca storica attraverso la messa in rete degli inventari degli archivi storici conservati presso questi istituti, valorizzare le fonti di storia contemporanea presenti nell’area modenese e avviare un più vasto coordinamento dei patrimoni archivistici di diversi enti e istituti del territorio. Il progetto Archivi@ coinvolge anche l’Associazione Mario Del Monte e l’Istituto Gramsci di Modena ed è stato realizzato grazie alla collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.

Vai alla basedati del Centro documentazione donna in Archivi del Novecento
 
Fr den schnsten deutschen Porno Besuch porno filme diese Adresse.

Porno Caldo